venerdì 21 marzo 2014

[ IL SUONO DELLE PAROLE ] ...e l'alfabeto di Ertè...


Ogni lettera emette un suono.
Ogni suono unito ad un suono genera una parola.
Ogni parola evoca una immagine.
Ogni immagine suscita una emozione.

E così grazie alla tecnica della libera associazione 
possiamo aprire il rubinetto dei pensieri 
facendo fluire le parole liberamente,
una dopo l'altra,
senza censura.

Lasciamo emergere emozioni antiche,
dolori nascosti,
per descrivere attimi,
o raccontare storie
senza senso.

Ogni lettera nasconde una sorprendente opportunità.
Come partire per un viaggio.
Dalla A alla Z.

Ogni momento è quello giusto...incomincia adesso!






 A come ANDARE lontano

B come BACIARE un BAMBINO

 C come CURIOSARE nei CASSETTI del passato
  D come DECIDERE di DEDICARE tempo a sè stessi







E come l'EMOZIONE del primo giorno

F come la FANTASIA che FA FAVILLE

G come la GIRAFFA che abbraccia il tramonto

 




H come quell' HOTEL in riva al mare

come IO. Infinita.mente.







L  come un LANGUIDO LANGUORE

M  come MAMMA MIA che bellezza!

N  come NO che lascia spazio al SI, che tutto accoglie...









O come OH! come son contento!

P come POCHI PASSI ci separano dall'infinito

Q come QUANTO costa la felicità!?

R come RIMESTARE fra i RICORDI






 S  come SOTTERRANEE SUGGESTIONI

come TANTI TAMBURI che suonano al TRAMONTO in riva al mare


 




U come UFFA! di nuovo...

V come VELOCE come il VENTO

Z come piccole ZANZARE in cerca di curiosità








Vuoi provare anche TU
questo esercizio di libera associazione?
E' semplicissimo e molto utile!
Puoi farlo quando vuoi e tutte le volte che vuoi!

Scarica il FREE PRINTABLE





 ***

Buon Weekend !

 ***


Frase, composizione e realizzazione - B.Mugnai



Scopri qualcosa di più sulla genialità di 
Romain de Tirtoff
in arte ERTE'



 ***


Non perderti i meravigliosi esercizi calligrafici 
e l'ALFABETO FLOREALE  

 sul blog di Cecilia K
 

 ***

 
 C'è una filastrocca che ho imparato da bambina 
ad uno dei tanti fuochi di bivacco...
Si chiama 
[ A come AVVENTURA ]
Ascoltala QUI
(in una versione rivista e corretta!)


 ***

impara l'Alfabeto della Lingua dei Segni [ LIS ]
con questo VIDEO


 ***

Immagina di rappresentare il suono delle lettere 
attraverso i movimenti del corpo.
Come?
Con l'EURITMIA di Rudolf Steiner
Leggi QUA



***

[ Le parole sono azioni ]

Ludwig Wittgenstein , Pensieri diversi, 1934/37



10 commenti:

  1. Alfabeto floreale? O h mamma…quante cose meravigliose mi fai scoprire! Grazie!
    Fra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì! L'alfabeto floreale di Cecilia è meraviglioso.. e non solo quello!
      Benritrovata Fra! E' un piacere ...come sempre...

      Elimina
  2. Io amo da sempre la calligrafia, come gestualità innanzitutto, ancor prima dei contenuti. Grazie, non c'è solo Ertè qui, ma molto di più, mi/ci hai dato davvero tanti input interessanti. Come sempre sei d'ispirazione, grazie e buon week end

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì la gestualità della Calligrafia è unica... è come danzare con la penna sul foglio che per l'occasione ci accoglie come su un palcoscenico..
      Grazie a TE Adrialisa per commentare in questo spazio con rara delicatezza....

      Elimina
  3. Barbara, non posso che ringraziarti per avermi inclusa tra le risorse del tuo bellissimo articolo sulle lettere!
    Erté è una vera meraviglia, la filastrocca l'avevo dimenticata, il resto delle risorse le visiterò sicuramente, ma la frase di Wittgenstein è quella che mi ha colpito di più e non la conoscevo! Sicuramente ne farò un quadretto in calligrafia!
    Grazie per i bellissimi spunti!
    Buon fine settimana anche a te :)
    Cecilia K

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ed io sono felice di averti trovare nel mare del web!
      Il tuo blog è uno spazio PULIT0 e VER0, come pochi altri... Complimenti Cecilia!
      Un grande abbraccio!

      Elimina
  4. Bellissimo questo tuo mondo Barbara, grazie per avermi dato la possibilità di scoprirlo ... amo i blog che suscitano emozioni, ne abbiamo così tanto bisogno in questo mondo d'oggi che delle emozioni cerca sempre più di privarci ... o tenta di inaridirle e di privarle del loro significato più profondo ... le emozioni sono quanto di più bello ci appartenga, coltivarle è un diritto ... custodirle un dovere !
    Ti ringrazio di cuore, buona serata <3
    Daniela

    RispondiElimina
  5. Cara Daniela, che piacere leggerti! Sì, dobbiamo coltivare e custodire le emozioni proprio come dei "giardiniere dell'anima". Un saluto e Grazie per essere passata a trovarmi!

    RispondiElimina
  6. Ma che meraviglia! I tuoi post sono sempre speciali e ricchi di spunti interessanti. Ti ho assegnato un premio: se ti va, passa da me. Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il premio Laura! Che onore... vado subito a scoprire le altre vincitrici!
      Un saluto

      Elimina

Ti è piaciuto questo post? Condividilo!