lunedì 18 febbraio 2013

[Con gli occhi di Steve McCurry]


A chi ama la fotografia,
a chi ama imparare dai grandi maestri,
a chi ama guardare negli occhi,
a chi ama perdersi in uno sguardo,
a chi ama vibrare di bellezza
....

questo e molto di più nella mostra di
 
(Genova, Palazzo Reale)

...da non perdere...


McCurry "Viaggio intorno al'uomo" in mostra al Palazzo Ducale di Genova, fino al 7 Aprile 2013



Steve McCurry 
è un foto-reporter statunitense
divenuto famoso 
per il ritratto di Sharbat Gula
la ragazza afghana 
fotografata nel campo profughi 
di Nasir Bag in Pakistan nel 1985.
Questa foto 
gli è valsa la copertina del 

 National Geographic Magazine



Photo@ Steve McCurry                                                                                                               Collage @ Barbara Mugnai


 Per ringraziare di quel successo, 

diciassette anni dopo,
 nel 2002,
decide di tornare in Pakistan alla ricerca della ragazza.
Dopo una lunga ed estenuante avventura 
il miracolo si compie.
Sharbat, 
oramai trentenne e provata da guerre e inenarrabili difficoltà,
 penetra di nuovo l'obbiettivo con i suoi inconfondibili occhi.

Per leggere l'intero racconto 
guarda QUI

Non perderti il VIDEO 
QUI


Photo@ Steve McCurry                                                                                                              Collage@ Barbara Mugnai



Ecco qualche scatto della mostra di Genova
vista con gli occhi di Mug 
(ascolta la colonna sonora QUI)




Photo@ Steve McCurry                                                                                                 Collage mostra @ Barbara Mugnai



 ***


Gli occhi molto belli sono insostenibili, 
bisogna guardarli sempre,
 ci si affoga dentro, 
ci si perde, 
non si sa più dove si è.


Elias Canetti, La provincia dell'uomo, 1973

***
  


Photo@ Steve McCurry                                                                                                                Collage @ Barbara Mugnai



***

C'è una strada che va dagli occhi al cuore 
senza passare per l'intelletto. 


Gilbert Keith Chesterton, L'imputato, 1901


***




Photo@ Steve McCurry                                                                                                              Collage @ Barbara Mugnai
Photo@ Steve McCurry                                                                                                                 Collage @ Barbara Mugnai
Photo@ Steve McCurry                                                                                                               Collage @ Barbara Mugnai



***

È certo che un uomo lo si comprende assai meglio 
dagli occhi che non dalle parole.

Robert Musil
 I turbamenti del giovane Törless, 1906

***




Photo@ Steve McCurry                                                                                                               Collage @ Barbara Mugnai




***

Gli occhi sono le finestre dell'anima.


Georges Rodenbach
Bruges-la-Morte, 1892

***




Photo@ Steve McCurry                                                                                                              Collage @ Barbara Mugnai




Photo@ Steve McCurry                                                                                                               Collage @ Barbara Mugnai



Photo@ Steve McCurry                                                                                                               Collage @ Barbara Mugnai


***
 
L'occhio è il punto in cui si mescolano 
anima e corpo.



Christian Friedrich Hebbel,
 Diario, 1835/63

***

 

Photo@ Steve McCurry                                                                                                               Collage @ Barbara Mugnai


***

La cosa importante è avere occhi per vedere la meraviglia.



Stephen Littleword

***
 

 
Photo@ Steve McCurry                                                                                                             Collage @ Barbara Mugnai



Photo@ Steve McCurry                                                                                                          Collage @ Barbara Mugnai


Photo@ Steve McCurry                                                                                                            Collage @ Barbara Mugnai


  ***



Ho passato la vita a guardare negli occhi della gente,
 è l'unico luogo del corpo dove forse esiste ancora un'anima. 



José Saramago, 
Cecità, 1995 


*** 


Photo@ Steve Mc Curry                                                                                                               Collage @ Barbara Mugnai



Grazie Steve Mc Curry!

[ il suo sito QUI ]




***

 Buona settimana
Mug, 
ad occhi aperti



***


Usate i vostri occhi 
come se domani doveste essere ciechi  


Helen Keller

*** 
 

16 commenti:

  1. ... Che genio, che anima delicata e che maniera di scoprire l'oceano dentro gli occhi delle persone....
    BEl post MUG!
    beso
    Cata, imparando!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...è stato inevitabile pensare a TE e al tuo talento mentre osservavo in silenzio ogni singolo scatto...
      Mug

      Elimina
  2. Ciao Mug,
    ricordo molto bene questa copertina. Mio papà è appassionato di fotografia e da sempre acquista National Geograpic.
    Di queste foto apprezzo molto, i costumi, i diversi modi di vestirsi, pettinarsi, truccarsi in base alle diverse etnie e culture...
    Quello che proprio non mi piace e che serve, secondo il mio modesto parere, solo per attirare le persone che guardano le foto attraverso la compassione, sono gli sguardi di profonda sofferenza, misti a insicurezza e abbandono che pervadono questi volti.
    Sono rimasta sconcertata dallo sguardo di Sharbat Gula, se nella prima foto la ragazza aveva oltre a tutto quello che ho citato sopra un guizzo di vivacità, nella seconda lei è rassegnata e sconfitta, sono sguardi che spero di incrociare sempre meno nel mio cammino....
    Anna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Anna, grazie per il tuo commento.
      Sì, i volti ritratti da McCurry sono spesso volti che nascondono vite drammatiche ...
      Io, avendo ricevuto il DONO di essere nata in Italia, posso solo ritenermi MOLTO fortunata per non aver MAI nè subìto nè vissuto una guerra... forse anche i miei occhi sarebbero diversi...
      Mug

      Elimina
  3. Rimango sempre incantata di fronte alle foto che riescono a cogliere gli stati d'animo che si celano dietro ad uno sguardo e McCurry ci riesce sempre in maniera sorprendente.
    Grazie della condivisione.
    Buona giornata.
    Silvia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Silvia per il tuo commento.
      E' un piacere leggere i tuoi pensieri..
      Mug

      Elimina
  4. Mannaggia...mi ero persa tutto !!! Ma ora ho rimediato;))) mi sono iscritta e non mi scappi più!
    Detto questo...
    Questi occhi parlano...raccontano...descrivono...
    grazie di aver condiviso con noi!
    Lieta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sei Lieta di nome e di fatto!
      Grazie il tuo lieto commento!
      Mug

      Elimina
  5. Adoro questo artista....e anche il tuo blog. Complimenti.
    Fede

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Fede per essere passata a trovarmi!
      Mug

      Elimina
  6. Grazie Barbara, abito vicino a Genova, ma mi sarei persa questa mostra se non fossi passata da qui!
    Un caro saluto,
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice di aver divulgato un po' di bellezza!
      Un saluto Tiziana
      Mug

      Elimina
  7. Ho sempre amato quel ritratto che ha fatto il giro del mondo...quello sguardo ti penetra dentro non appena lo incroci. Sono rimasta colpita dalla trasformazione di Sharbat, quello sguardo spaventato, si è trasformato in uno sguardo duro, accusatorio quasi...riflettono le sofferenze che hanno visto e vissuto. È proprio vero che l'occhio è lo specchio dell'anima. Bellissimo post Barbara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, quello sguardo è davvero trasformato e se avrai l'occasione di vederei il video (linkato nel post) è facile capire perchè...
      Grazie per il tuo prezioso commento Angela
      Mug

      Elimina
  8. His photos are absolutely stunning !

    RispondiElimina
  9. Bellissimo articolo Mug, :) conoscevo Steve MCcurry e tu lo hai valorizzato benissimo con questo tuo post, non sapevo fosse tornato a fare nuovamente uno scatto a quella ragazzina, la cosa è di una poesia incredibile....
    grazie di essere passata per il mio blog,
    un abbraccio Maria

    RispondiElimina

Ti è piaciuto questo post? Condividilo!