lunedì 26 gennaio 2015

[ C'E' UN GENIO ] ...in OGNUNO di noi...


 
Scrive così il filosofo contemporaneo Giorgio Agamben:

I Latini chiamavano Genius il dio 
a cui ciascun uomo viene affidato in tutela 
al momento della nascita.



  


L'etimologia è trasparente
e è ancora visibile nella nostra lingua
nella prossimità tra genio e generare.
...
 E sacro era il giorno della nascita, 
che per questo noi chiamiamo 
genetliaco
 










Vi è una espressione latina 
che esprime meravigliosamente il segreto rapporto 
che ciascuno 
deve saper intrattenere con il proprio Genius: 
indulgere Genio.

A Genius bisogna  
accondiscendere e abbanonarsi,
a Genius dobbiamo 
concedere tutto quello che ci chiede,
perchè
 la sua esigenza è la nostra esigenza,
la sua felicità la nostra felicità.







Anche se le sue - le nostre! - pretese 
possono sembrarci sragionevoli e capricciose,
è bene accettarle senza discutere.
 
Se, per scrivere,
avete bisogno di quella carta giallina,
di quella penna speciale, 
se ci vuole porprio quella luce fioca che spiove da sinistra, 
è inutile dirsi che qualunque penna fa il suo mestiere, 
che qualunque carta è buona é 
[...]
 non serve ripetersi che sono soltanto manie, 
che sarebbe ora i mettere giudizio.






Genialis - geniale - 
è la Vita che allontana lo sguardo dalla morte 
e risponde senza esitare 
alla spinta del genio che lo ha generato.







Compredere 
la concezione dell'uomo implicita in Genius, 
significa capire 
che l'uomo non è soltanto 
Io e coscienza individuale [...] 
ma che risulta dalla complicata dialettica 
fra una parte 
non (ancora) individuata e vissuta
ed una parte 
già segnata dalla sorte e dall'esperienza individuale. [...]

Tutto l'impersonale in noi è geniale






Geniale è innanzitutto 
la forza che spinge il sangue nelle vene
o ci fa sprofondare nel sonno, 
l'ignota potenza che nel nostro corpo 
regola e distribuisce così soavemente il tepore 
e scioglie o contrae le fibre dei nostri muscoli.

 Se non ci abbandonassimo a Genius, 
se fossimo soltanto Io e conoscenza, 
non potremmo nemmeno orinare.
 







Vivere con Genius significa, in questo senso, 
tenersi costantemente in relazione 
con una zona di non-conoscenza.

E l'intimità con una zona di non-conoscenza 
è una pratica mistica quotidiana
in cui l'Io in una sorta di gioioso esoterismo, 
assiste sorridendo la proprio sfacelo [...]




 


Per questo, 
la maggior parte degli uomini fugge atterrita 
davanti alla propria parte impersonale 
o cerca di ridurla...

Può avvenire allora 
che l'impersonale respinto
riappaia  in forma di sintomi o tic 
ancora più personali, 
di sberleffi ancora più eccessivi.







Secondo Simondon [...]

emozionarsi 

significa sentire l'impersonale che è in noi, 

far esperienza di Genius 
come angoscia o letizia, sicurezza o tremore.

 Sulla soglia della zona di non-conoscenza
l'Io deve deporre le sue proprietà,
deve commuoversi.







E la passione 
 è la corda tesa  fra noi e Genius.


***


Diamo al nostro Genio la possibilità di soprenderci.
Ogni giorno.

Buona Giornata!



 ***
 
 Tutti i testi sono tratti da
 
 


 GRAZIE a Sara e Maria per questo dono prezioso ed inatteso
 
 
***
 
Le iPhotos (di Barbara Mugnai)
sono state scattate 
a Valencia 
 
progettata dall'architetto spagnolo
 
 
Vuoi conoscere i suoi progetti più importanti?
Guarda QUI 

 
 
 ***
 
 
A proposito di Genio non perderti il video di
 
autrice del bestseller  "Mangia, prega, ama"
 
"Your elusive creative genius"
 
 
(con sottotitoli in italiano)

 
 



***


Quel grand genio del mio amico
lui saprebbe cosa fare
lui saprebbe come aggiustare 
con un cacciavite in mano 
fa miracoli! 

Lucio Battisti  -  "Sì, viaggiare"

giovedì 25 dicembre 2014

[ I MIEI AUGURI DI NATALE ] ...fra un POP UP e una CUP SONG!


Ti auguro...

di essere grata/o
per i piccoli e grandi regali.
Di ogni giorno.


Pop Up Card *hand made with love* by me





di proteggere il tuo cuore
e di espanderlo con infinito Amore





Pop Up Card *hand made with love* by me






Ti auguro di 
condividere quello che hai 
con amici e fratelli 
in ogni angolo della terra







Pop Up Card *hand made with love* by me




ed infine ti auguro
di tenere sempre accesa 
la scintilla della magia...
Qualunque cosa
se TU ci credi davvero
... accadrà!




Pop Up Card *hand made with love* by me




Buon Natale!

Con tutto il cuore

Mug


***




Lo sapevi che il ritmo travolgente 
della Cup Song
è perfetto anche a Natale?

Guarda il video!






**** AUGURI****

lunedì 1 dicembre 2014

[ CREA IL TUO DIARIO ] ..con un micro-pensiero al giorno!


Ricordo ancora quelle parole
"Fai una piccola cosa OGNI GIORNO
piuttosto che una grande cosa ogni tanto"

E così, da qualche mese 
ho deciso di inserire un altro gesto 
nella mia routine quotidiana
(oltre al saluto al sole: guarda il VIDEO!)

Scrivere un MICRO PENSIERO nel mio diario...
Ogni giorno!


Si è rivelato un esercizio molto utile 
per favorire l'equilibrio interiore e,
 al tempo stesso, semplice e divertente!

Provalo anche tu!









Scegli un quaderno, una moleskine, un DIARIO.
Quale? 
Quello che piace a TE!
Io? 
Ho scelto  QUESTO
Nero e quadrato.





Prendi un penna, un pennino, un pennarello
con la forma della punta e la dimensione che più ti piace. 
Il colore?
Quello che vuoi TU!
Io ho deciso 
 di scrivere con un pennarello
perchè adoro scorrere fluidamente sul foglio
ed ho scelto il coloro nero 
per avere un contrasto netto fra le parole e la pagina.







Cosa devi fare?

Ritagliarti UN MINUTO AL GIORNO!
Sì, hai capito bene!
Basta UN SOLO MINUTO AL GIORNO 
per avere cura di sè!

Quando?
Quando VUOI TU!

Al mattino al risveglio o mentre fai colazione, 
alla sera prima di coricarti o quando sei già sotto le lenzuola,
durante la giornata mentre sei in sala d'attesa dal dentista 
o in cucina, mentre aspetti che la pasta sia cotta...

OGNI MOMENTO E' PERFETTO 
PER SCRIVERE ED ESPRIMERE!

Nota:
ESPRIMERE deriva dal latino EX-PRIMERE
lett. "fare uscire premendo"









Cosa scrivi sul diario?

Io inizio scrivendo la data del giorno.

Puoi utilizzare il carattere che preferisci,
nella dimensione che IN QUEL MOMENTO
ti è più gradita 
e puoi collacarla DOVE VUOI TU!
Sperimenta e divertiti, 
non censurare alcuna iniziativa! 








E poi?
Volta pagina ed inizia a SCRIVERE 
QUALUNQUE COSA
 quello che ti passa per la testa!
Sì, hai capito bene.
QUALUNQUE COSA! 






Apri il rubinetto e fai fluire i pensieri
attraverso la tua mano...
Diventa la tua mano!
In quel momento tu sei solo un MEZZO.
Scrivi come se nessuno ti stesse guardando o giudicando.
Dai ai tuoi pensieri più intimi
 la possibilità di affiorare
come da una sorgente in profondità,
preziosa e priva di giudizio.


PERMETTITI 
di scrivere 
QUALUNQUE COSA!
 Concediti di EX-PRIMERE ciò che hai dentro!
Solo così sarai davvero TU
e questo diario davvero TUO.




Nota:
Questa tecnica espressiva è anche nota come







Divertiti!
Questo  DIARIO è TUO!
Questo diario
è il TUO scrigno segreto
è la TUA stanza dei giochi
è il TUO momento di silenzio
è il TUO angolo della rabbia
è il TUO spazio della gioia
è il TUO momento del perdono
è il TUO cassetto dei ricordi
è la TUA finestra per guardare lontano

 è la TUA isola dove sognare ad occhi chiusi

Questo diario è TUO. Solo TUO.

Lascialo accadere,
OGNI GIORNO!





1.
Lascia che la tua anima si esprima.
 
2.
Falle spazio.

3.
 Scrivi senza censura.

4.
Dai voce al tuo sentire.

5.
Non giudicare i tuoi pensieri.
 6.
 Regala all'anima UN MINUTO del tuo tempo.
  

OGNI GIORNO.


ABBI CURA DI TE.
SEI TUTTO CIO' CHE HAI.

Buona settimana!





 ***

...lo sai che semplicemente aggiungendo 
un apostrofo ed un accendo
puoi trasformare un pensiero?


Non ci credi?
Guarda il VIDEO

e...

Addio senso del dovere!

^__________^








***



Lascio che i pensieri si succedano sotto la penna 
nello stesso ordine in cui i temi 
si sono presentati alla mia riflessione: 
così potranno rappresentare meglio 
i moti e il cammino della mia mente.

D. Diderot

lunedì 10 novembre 2014

[ SIAMO ] ...circondati dalla bellezza...


A volte (anzi spesso) mi chiedo 
cosa ho fatto per meritarmi 
di vivere circondata da tanta bellezza.

Non è merito mio essere nata in Italia,
uno dei paesi più belli al mondo. 

Avrei potuto avere un destino diverso.
Nascere in qualunque altro emisfero o continente
magari in un paese meno fortunato del mio,
circondata da povertà, guerra e distruzione.











Invece sono QUI.
 In pace.
Cammino nelle vigne.
Mi nutro di luce e di colori,
inebriata dal giallo abbagliante delle foglie 
e dall'azzurro schietto del cielo.












Sono QUI,
con il cuore gonfio di GRATITUDINE,
 mentre i filari giocano a rincorrersi
fra le colline.











Sono QUI.
Immersa in uno spettacolo di rara bellezza
dove anche il respiro si gonfia di stupore.











Sono QUI
circondata da una Natura generosa,
mentre la mente si ferma e
sospende ogni giudizio.









Il bello è OVUNQUE. 

Lo ascolto.
Lo osservo.
Lo ringrazio.







Ed è proprio QUI,
davanti a questo dono del Cielo,
che sento un carico di grande responsabilità.











Essere testimone e custode 
di tanta meraviglia,
portatrice sana di stupore,
ambasciatrice di rispetto e gratitudine.

Per quello che c'è.









A me, a noi,

non resta che RINGRAZIARE il Cielo 
OGNI GIORNO  
per aver ricevuto tutto questo in dono

e continuare a SCEGLIERE 
di tutelare "il bello"
come un atto di profondo coraggio,

consapevoli che 

solo nutrendoci di BELLEZZA 
possiamo trasformare ogni nostro respiro 
in un gesto virtuoso.


Solo avendo CURA di noi stessi  
potremo fare della nostra Vita
un atto di meraviglia.


Solo AMANDO il territorio in cui viviamo
potremo diventare orgogliosi 
di un Paese unico al mondo.







Il NOSTRO.

L' ITALIA.
  



***



[ L'anima è un carro alato e la bellezza fa volare ]
Platone
(Dialogo fra Socrate e Fedro,  370 a.c.)



***

Passeggia insieme a me fra i vigneti delle Langhe!
 Guarda il video QUI

^_____________^





***


Vuoi organizzare un week-end in Piemonte e nelle Langhe?

Ecco il sito che fa per te!

www.winepass.it





Ti è piaciuto questo post? Condividilo!